Eutanasia: la morte non è un gioco

Eutanasia: la morte non è un gioco

Le polemiche sul suicidio di Noa Pothoven sono davvero vergognose.

La verità è che, sia stata o meno eutanasia, c’è una cultura della morte che si diffonde sempre più, e che considera più degno aiutare le persone a morire che a vivere.

Basta vedere l’esposizione a Venezia della macchina Sarco, una stampante 3d a forma di cassa da morto, che alla pressione di un pulsante può far “morire dolcemente” chi ci sta dentro.

No, nella morte non c’è proprio niente di dolce.

Per questo, il libro di Noa Pothoven andrebbe vietato.

Vi ricordate il gioco della Blue Whale? Ecco, la morte non è un gioco. Evitiamo che altri ci provino.

LINK ARTICOLO “LA NUOVA BUSSOLA QUOTIDIANA”

Tags: ,